• Direzione&GestioneSi tratta di corsi rivolti al management delle imprese sociali di comunità sia a livello operativo che di quadri intermedi, con lo scopo di potenziare le specifiche competenze gestionali ed operative.Leggi tutto

  • Sviluppo&InnovazioneSono proposte formative orientate a sviluppare le competenze strategiche e tecnico operative necessarie per la promozione dello sviluppo delle imprese sociali di comunità, sia per quanto riguarda gli aspetti d’impresa...Leggi tutto

  • SicurezzaFra gli obblighi e le indicazioni fornite dal Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro, di primaria importanza sono quelle che riguardano la formazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Leggi Tutto

  • ServiziSi tratta di servizi integrativi alla proposta formativa vera e propria, ed hanno lo scopo di esplorare la domanda ed il bisogno formativo espressa da una organizzazione e di promuovere la progettazione specifica attorno ad eventuali peculiari domande.Leggi tutto

L’Italia dell’Economia civile Ri-conoscere i valori dell’impresa

La Scuola di Economia Civile organizza il seminario per consulenti e manager:

L’Italia dell’Economia civile
Ri-conoscere i valori dell’impresa: tracce per un nuovo paradigma organizzativo

17-18 giugno 2016
Polo Lionello Bonfanti
Loc. Burchio snc
50064 Figline e Incisa Valdarno (FI)

I cambiamenti tecnologici, culturali e sociali sono portatori di trasformazione nella morfologia aziendale, incidendo profondamente sui modelli organizzativi e l’innovazione organizzativa è oggi, più che mai, necessaria per alimentare il processo di sviluppo.

La forma impresa è stata attraversata lungo la storia da vari modelli e metafore organizzativi che hanno attinto ad alcuni archetipi sociali e antropologici: eserciti, monasteri, comunità, orchestre, famiglia, navi.

L’importanza del cambiamento organizzativo per lo sviluppo economico e sociale è stato il centro della riflessione di J.A. Schumpeter (1911), che l’ha collegata alla innovazione tecnologica.

L’evidenza  empirica  ha  dimostrato  come  le aziende non cambiano la propria organizzazione in modo lineare rispetto alle innovazioni tecnologiche e ai cambiamenti sociali: ciò è dovuto alle prassi consolidate, alla paura del nuovo, alle competenze stratificate, alle dinamiche di potere e alla fatica di adottare nuovi modelli. Ma prima fra tutte è la difficoltà di confrontarsi con nuovi paradigmi e con le istanze non tanto dei soggetti che fanno impresa, quanto di tutti gli stakeholders dell’intero processo economico – compresi quelli “muti” quali ambiente e nuove generazioni – elaborando modelli organizzativi che possano dare conto di tutte le dimensioni di valore.

Obiettivo della due giorni di lavoro è quello di mettere in luce come dal paradigma dell’economia civile emergano elementi fondanti per la costruzione di un modello organizzativo all’altezza delle sfide in atto. A tal fine, il modello dialogico che verrà adottato consentirà di valorizzare, armonizzandole, le conoscenze di cui ciascun partecipante è portatore.

Si dialogherà, fra l’altro, con:
Luigino BruniVittorio PelligraRenato Ruffini, Stefano Zamagni, Consulenti, imprenditori, manager

Costi:
La quota di partecipazione (escluso l’alloggio) è di:

  • 290,00 euro (IVA esclusa); comprende l’iscrizione e i pasti;
  • per chi ha già frequentato i corsi della SEC sconto 25%.

Per l’alloggio sono disponibili convenzioni: contattare la segreteria SEC.

Per informazioni e prenotazioni:
Dott. Leonardo Brancaccio
tel. 055/8330.400 – cell 380/150.95.45  fax 055/8330.444
tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00
icon-email segreteria@scuoladieconomiacivile.it
icon-www www.scuoladieconomiacivile.it
Documento PDF Volantino_L’ITALIA DELL’ECONOMIA CIVILE_2016
Documento PDF Programma dell’Italia dell’Economia Civile 17 e 18 giugno 2016
Documento PDF Scheda di iscrizione al seminario L’Italia dell’Economia civile 2016
icon-www Form di iscrizione goo.gl/forms/Vnu7qI1m6D

Vedi tutta la proposta formativa SEC 2016

Presentazione Social Impact Agenda per l'Italia

Sarà presentata a Roma il 24 maggio l'associazione Social Impact Agenda per l'Italia, nata per raccogliere l'esperienza dell'Advisory Board italiano (ADB) della Social Impact Investment Taskforce (SIIT), promossa durante la Presidenza britannica del G7 nel 2013.

Interverranno, tra gli altri, Claudio De Vincenti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Laura Frigenti, Direttrice dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

L’evento è promosso dai soci di Social Impact Agenda per l’Italia: ABIANIA,Confcooperative FedersolidarietàGruppo Cooperativo CGMEtimos Foundation,FedercasseFondazione OpesFondazione Sviluppo e Crescita CRTHuman FoundationUBI BANCA e Vita.

La missione dell’Associazione è di monitorare lo stato di avanzamento delle 40 raccomandazioni e contribuire alla loro realizzazione e di rafforzare l'imprenditorialità sociale attraverso lo sviluppo dell’ecosistema italiano degli investimenti ad impatto sociali.

Come partecipare? occorre prenotarsi qui.

Leggi la notizia: 21 gennaio, nasce Social Impact Agenda per l'Italia

Scarica il Manifesto della Social Impact Agenda per l'Italia

Presentazione Social Impact Agenda per l'Italia

Sarà presentata a Roma il 24 maggio l'associazione Social Impact Agenda per l'Italia, nata per raccogliere l'esperienza dell'Advisory Board italiano (ADB) della Social Impact Investment Taskforce (SIIT), promossa durante la Presidenza britannica del G7 nel 2013.

Interverranno, tra gli altri, Claudio De Vincenti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Laura Frigenti, Direttrice dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

L’evento è promosso dai soci di Social Impact Agenda per l’Italia: ABIANIA,Confcooperative FedersolidarietàGruppo Cooperativo CGMEtimos Foundation,FedercasseFondazione OpesFondazione Sviluppo e Crescita CRTHuman FoundationUBI BANCA e Vita.

La missione dell’Associazione è di monitorare lo stato di avanzamento delle 40 raccomandazioni e contribuire alla loro realizzazione e di rafforzare l'imprenditorialità sociale attraverso lo sviluppo dell’ecosistema italiano degli investimenti ad impatto sociali.

Come partecipare? occorre prenotarsi qui.

Leggi la notizia: 21 gennaio, nasce Social Impact Agenda per l'Italia

Scarica il Manifesto della Social Impact Agenda per l'Italia

Corso: "Responsabilità sociale e territorio" Messina, 9-10-11 giugno 2016

Sono aperte le iscrizioni al corso SEC "Responsabilità sociale e territorio" (Corso di alta formazione in Economia Civile, Percorso Genovesi - IV modulo) che si svolgerà a Messina i giorni 9-10-11 giugno 2016.

I relatori del corso saranno: Marco Frey, Gaetano Giunta, Giovanni Lombardo.

La SEC riserva uno sconto del 15% alle organizzazioni e imprese che iscrivono al corso almeno 2 associati o dipendenti.

Per maggiori informazioni (programmi, iscrizioni, prenotazioni logistiche) visita il nostro sito http://www.scuoladieconomiacivile.it/articoli/dettaglio.php?id=116

 
Un cordiale saluto dallo Staff della Scuola di Economia Civile

E-mail: segreteria@scuoladieconomiacivile.it
Cell.: +39 3801509545
Tel: +39 0558330400

Corso "L'innovazione nelle imprese sociali"

Corso l'innovazione nelle imprese socialiL’INNOVAZIONE NELLE IMPRESE SOCIALI, al via dal 20 aprile il nuovo corso gratuito della durata di 40 ore, proposto dalla Scuola di Impresa Sociali di Milano e destinato ad operatori e operatrici di imprese cooperative interessati ad approfondire le modalità con le quali attivare processi innovativi capaci di rispondere in maniera nuova a questioni sociali conosciute o emergenti, e che si terrà presso BASE Milano.

Le imprese sociali sono abituate a pensarsi come promotrici del cambiamento, d’altra parte le trasformazioni economiche, sociali e legislative possono determinare, dall’esterno, spinte al mutamento non previste e non sempre volute. In relazione a questo tipo di contesto, è cruciale la capacità di produrre innovazioni, che consentano di misurarsi proattivamente con le trasformazioni in atto. Perciò è necessario che chi opera in questo ambito sia in grado di riconoscere i problemi sociali irrisolti ed emergenti e individuare le risorse attivabili per dare loro una risposta, apprendere tecniche di progettazione orientate alla ricerca di risposte nuove più efficaci e sostenibili, esplorare le modalità con le quali le nuove tecnologie della comunicazione e digitali possono supportare tali processi di innovazione.

I percorsi dell’innovazione, in termini organizzativi e di prodotto, possono essere molteplici, il corso intende proporre diverse prospettive che, secondo le ipotesi di riferimento dell’iniziativa, costituiscono una priorità per le imprese cooperative:

  • innovazione nell’ambito del ruolo sociale delle imprese sociali per la produzione di welfare
  • connessione con gli ecosistemi dell’innovazione sociale
  • innovazione degli strumenti di ideazione e progettazione del cambiamento e dell’innovazione, e nel reperimento delle risorse
  • innovazione del ruolo dei cittadini e degli utenti nella ridefinizione di nuovi servizi

Durante gli incontri saranno approfondite queste dimensioni, dando priorità alle componenti più rilevanti, in rapporto alle caratteristiche e alle esigenze delle persone partecipanti, attraverso una didattica orientata a favorire un continuo scambio comunicativo in modo che le esperienze reali siano messe a confronto con la riflessione concettuale. A supporto di questa metodologia, verranno, inoltre, utilizzati tecniche e strumenti cooperativi, laboratoriali e di attivazione di sottogruppi.

Per maggiori informazioni seguire il link, per iscrizioni scrivere a corsi@scuolaimpresasociale.org

Informazioni: Innovazione e sviluppo nelle imprese cooperative

Pagine

Abbonamento a Scuola di Impresa Sociale RSS
Go to top