• Direzione&GestioneSi tratta di corsi rivolti al management delle imprese sociali di comunità sia a livello operativo che di quadri intermedi, con lo scopo di potenziare le specifiche competenze gestionali ed operative.Leggi tutto

  • Sviluppo&InnovazioneSono proposte formative orientate a sviluppare le competenze strategiche e tecnico operative necessarie per la promozione dello sviluppo delle imprese sociali di comunità, sia per quanto riguarda gli aspetti d’impresa...Leggi tutto

  • SicurezzaFra gli obblighi e le indicazioni fornite dal Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro, di primaria importanza sono quelle che riguardano la formazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Leggi Tutto

  • ServiziSi tratta di servizi integrativi alla proposta formativa vera e propria, ed hanno lo scopo di esplorare la domanda ed il bisogno formativo espressa da una organizzazione e di promuovere la progettazione specifica attorno ad eventuali peculiari domande.Leggi tutto

Startup Europe Week: il 2 febbraio appuntamento al Polihub di Milano

La Startup Europe Week arriva anche a Milano. Il 2 febbraio le startup si danno appuntamento presso gli spazi di Polihub dalle 14.30 alle 18, per un evento rivolto alle realtà milanesi che guardano con curiosità all’Europa.
Sarà infatti un’occasione per le startup locali per conoscere strumenti e realtà che possono supportare il loro ingresso sul mercato europeo.
Dalla presentazione degli strumenti istituzionali offerti dalla Commissione Europea e dal Comune di Milano si passerà a una tavola rotonda composta da esponenti di spicco dell’ecosistema startup italiano, del calibro di Italia Startup, Digital Magics e dPixel che ne illustreranno lo stato dell’arte in Italia e le opportunità offerte dal mercato europeo per supportare lo sviluppo imprenditoriale.
I partecipanti e le startup potranno assistere a interventi che spazieranno dagli aspetti legali che una startup deve considerare per affrontare l’internazionalizzazione, fino a quelli strategici su come pianificare e gestire al meglio la propria presenza a livello internazionale. Tra gli interventi ci sarà spazio anche per una serie di testimonianze dirette di startup italiane che hanno maturato esperienze oltre confine. La giornata si concluderà con la testimonianza dei player di riferimento per le startup del territorio milanese che presenteranno le loro aree d’azione e le opportunità che questo territorio offre per favorire la loro crescita, in Italia e all’estero.

Quando: 2 febbraio 2016, dalle 14.30 alle 18
Dove: Polihub, via G. Durando 39, Milano
Iscriviti qui!

 

AGENDA DELLA GIORNATA

Introduzione e benvenuto a cura di: Stefano Mainetti, CEO PoliHub

Isidro Laso, responsabile del programma Startup Europe della Commissione Europea, Communications Networks, Content and Technology (EC DG-Connect) – in collegamento Skype da Bruxelles
Tavola rotondaGuardare all’Europa: le opportunità del mercato internazionale per le startup. Da dove iniziare

Modera Arcangelo Rociola, giornalista di StartupItalia!
SPEAKER
Marco Bicocchi Pichi, Presidente Italia Startup
Layla Pavone, Amministratore Delegato Industry Innovation, Digital Magics
Avv. Giacomo Gitti, Studio legale Legance
Prof. Vincenzo Capizzi, Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari, Università del Piemonte Orientale e Docente Senior SDA Bocconi, Milano, Membro del Consiglio Direttivo IBAN (Italian Business Angels Network), con Delega alla Ricerca.
Prof.ssa Arianna Vignati, Project Manager Creative Industries Lab, Dipartimento di Design del Politecnico di Milano
Gianluca Dettori, Presidente e Fondatore dPixel
Crescere anche fuori dall’Italia: gli esempi di chi si è messo in gioco

Modera Stefano Mainetti, CEO Polihub
SPEAKER

. Guk Kim – Zomato
Giovanni De Lisi – Greenrail
Jonata Puglia – Leaf space
Alessandro Notaro – Citybility
Sara Brunelli – Bidtotrip
Lorenzo Polentes – Everyride

Intervento via Skype con Stefano Mosconi, co-founder di Jolla
Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca, Comune di Milano
Milano e le startup: un contesto favorevole allo sviluppo della nuova imprenditorialità

Tavola rotonda – Milano e le startup: un contesto favorevole allo sviluppo della nuova imprenditorialità

Modera Arcangelo Rociola, giornalista di StartupItalia!
SPEAKER

Davide Pitzolu, Investment&Scaling Manager Impact Hub
Matteo Bettoli, Dipartimento sviluppo di Confcooperative, COOPUP
Stefano Mainetti, CEO Polihub
Mario Salerno, Business Development, Fondazione Filarete

17.45 – Conclusioni

“Le startup come volano per lo sviluppo economico del Paese: prosepttive e criticità”

Stefano Firpo, Direttore Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le PMI, Ministero dello Sviluppo Economico – in collegamento Skype

 

L’evento è organizzato in collaborazione con

angelsaxesslogo(1)dpixel

 

impacthub mestieripolihubwelcome

Bando "Startup in rete"

Il Comune di Milano lancia il bando “Startup in rete” con lo scopo di promuovere l’aggregazione di imprese attraverso differenti forme quali la creazione di partnership di imprese o di professioni e/o la costituzione di contratti di rete, così da supportarne i processi di riorganizzazione delle filiere e di incrementarne l’efficienza produttiva. Il bando è inoltre di supporto alla microimprenditorialità.

Il Comune di Milano con il presente bando ha stanziato 300mila euro per aiutare le piccole imprese, costituite da un massimo di 48 mesi, a collocarsi in un circolo virtuoso di collaborazioni, attivare nuovi modelli imprenditoriali e aumentare la competitività sul mercato.

Le imprese che si aggiudicheranno il bando avranno diritto al contributo economico (fino a un massimo di 15mila euro) e potranno accedere ad un percorso di accelerazione d’impresa di quattro mesi creato appositamente da FabriQ.

Questa iniziativa prosegue il percorso del comune di Milano che ha tra le proprie finalità la promozione ed il sostegno dell’innovazione sociale ed economica sul proprio territorio attraverso forme di incentivazione economica e di servizi di affiancamento alle imprese, incubatori ed acceleratori. Milano è quindi la prima città nel panorama italiano a sperimentare un’innovativa modalità di sostegno attraverso l’attivazione di nuovi modelli imprenditoriali organizzati.

Se siete interessati o avete delle domande vi aspettiamo lunedì 21 dicembre dalle 17 alle 19 per l’Info Day presso FabriQ in Via Val Trompia 45/A

Per confermare la vostra partecipazione, potete iscrivervi qui

 

FAQ

REQUISITI 

1. Il bando è rivolto esclusivamente ad aziende operanti sul territorio del Comune di Milano? 

Viene richiesto che l’azienda singola o almeno la capofila, nel caso delle reti, abbiano sede legale o operativa nel Comune di Milano.

2. è necessario essere iscritte alla camera di commercio di Milano?

sì, è uno dei requisiti di ammissione.

3. è possibile essere capofila e/o partecipare in rete anche per aziende che hanno sede legale in un’altra città, ma comunque interessi e clienti a Milano?

I vincoli posti sono, essere iscritti alla Camera di Commercio di Milano ed avere una sede legale e/o operativa nel Comune di Milano.

4. vorrei partecipare al bando Start Up in rete con una Srl iscritta all’elenco delle start Up Innovative, è possibile?

sì, può partecipare.

5. è possibile fare domanda senza aver ancora creato l’impresa formalmente, ma impegnandosi a    crearla entro un tempo limitato nel caso di esito favorevole dal bando?

sì, entro i 15 giorni dalla comunicazione di accoglimento della proposta.

6. è previsto un tetto massimo di fatturato per potersi presentare? 

sì, quello previsto dalla normativa, ovvero 5milioni di fatturato e massimo 50 dipendenti.

7. Possono partecipare aziende di cittadini stranieri?

sì, se in regola con il permesso di soggiorno.

8. tra i soggetti  beneficiari si citano le “imprese individuali” ma devono essere intese in senso “ampio” cioè come “imprese singole”  e quindi non (ancora) associate oppure in senso più letterale solo come “ditte individuali” e quindi con esclusione delle società (ma tra i requisiti obbligatori si parla anche di “legali rappresentanti”, “amministratori” e “soci”)? 

sì, può partecipare sia come ditta individuale (persona fisica) che come impresa singola disposta ad aderire alle finalità del bando. Tutto quello che riguarda il resto della domanda, messo in parentesi, riguarda chi ha quel tipo composizione ovvero è impresa con al suo interno quelle cariche.

9. nel caso delle Reti di impresa già costituite valgono gli stessi requisiti richiesti per le imprese singole? e cioè:

a) Data di costituzione non antecedente al 19 novembre 2011? (48 mesi dalla data  di pubblicazione del bando)

b) Iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano?

c) Le imprese componenti la Rete devono avere sede operative nel territorio del Comune di Milano?

Sì a tutte e tre le domande come già espresso sopra, almeno per quanto riguarda il capofila della rete.

10. Al momento di presentazione della domanda la rete deve essere già costituita?

No, l’impresa si può presentare singolarmente, fatta salva la volontà di creare la rete come previsto dal bando.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

11. come si fa a presentare domanda per il vostro bando? qual è il limite temporale per presentarlo?

è necessario compilare la domanda allegata al bando e presentarla con le modalità indicate nello stesso entro il 31/12/2015

12. nei documenti da allegare alla domanda, al punto 4, vi è la “tabella di autovalutazione” ma non mi è chiaro in che format debba essere espressa.

Il formato è libero, l’importante è che il documento non sia modificabile.

CONTRIBUTO

13. Il finanziamento è a fondo perduto ? 

Sì, non ne è quindi prevista la restituzione.

Il contributo è fino ad un massimo di € 2.500 per le spese correnti erogate in unica soluzione e € 12.500 per spese di investimento a seguito di verifica della documentazione e comunque non oltre il 50% delle spese sostenute.

14. In caso di ammissione al contributo, è possibile rendicontare spese presentate anche per altri bandi?

No, questa possibilità non è contemplata. Le spese rendicontate dovranno essere state effettivamente sostenute e accompagnate dai giustificativi di spesa.

15. La nostra startup ha già ricevuto dei finanziamenti pubblici, possiamo partecipare al bando?

Si, l’ammissione ad altri contributi pubblici non preclude la partecipazione al bando. Resta comunque valido il tetto stabilito dalla normativa europea sugli aiuti di stato (de minimis).

ECM

Tutela del minore e conflittualità genitoriali (4 ore)

Consorzio SIS, in collaborazione con CTiF – Centro per la Cura del Trauma nell’Infanzia e nella Famiglia della cooperativa Spazio Aperto Servizi, organizza il seminario TUTELA DEL MINORE E CONFLITTUALITÀ GENITORIALE. L’intervento con i minori e le famiglie richiede un orientamento delle proprie azioni in un ambito nel quale trovi espressione un’effettiva dimensione di tutela nei confronti dei minorenni, intesi come soggetti deboli in età evolutiva, richiedenti protezione e sostegno. Il seminario affronta con diverse chiavi di lettura i profili emergenti della conflittualità genitoriale: la riflessione è dedicata agli operatori che, a diverso titolo, si confrontano con le turbolenze dei sistemi familiari, spesso insanabili.

Minori stranieri non accompagnati (4 ore) 

Consorzio SIS, in collaborazione con la cooperativa Spazio Aperto Servizi, organizza il seminario MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI – Bisogni, diritti e protezione alla luce della nuova normativa, dedicato agli Operatori che trattano la complessa tematica dei minori stranieri, con particolare riferimento ai minori stranieri non accompagnati. La legge che li riguarda, di recente emanazione, ha profondamente innovato l’approccio a questa tematica, avendo come obiettivo quello di dare risposte mirate e appropriate alla loro migliore accoglienza e integrazione. Appare pertanto utile esaminare la normativa nazionale per quanto attiene i principi informatori e l’organizzazione operativa che delinea. Così come appare importante conoscere la declinazione lombarda della legge ai vari livelli istituzionali preposti alla sua attuazione e riflettere sulle prime esperienze che si vanno formando sul campo.

 

Formazione per nuovi Manager Cooperativi

Formazione per nuovi Manager CooperativiScuola di Alta Formazione Exectutive.coop. Partnership pubblico-privato.
Nuovi strumenti, modelli e politiche per disegnare il futuro dei servizi pubblici locali e di interesse collettivo

Il ruolo svolto dalle imprese cooperative e dalle imprese sociali nella produzione di servizi di interesse collettivo, soprattutto in alcuni segmenti del welfare, sta diventando sempre più rilevante e, soprattutto in questi ultimi anni,  imprese sociali e cooperative sono riuscite ad affermarsi come soggetti in grado di creare le condizioni per uno sviluppo economico sostenibile e inclusivo.

Le istituzioni europee, sempre più consapevoli di queste capacità, hanno assegnato un ruolo più significativo a questi soggetti nelle proprie politiche (non solo sociali), prevedendo a tal fine nuovi schemi di azione amministrativa e di policy making.

A chi si rivolge il corso
La Scuola di alta formazione Executive.coop, organizzata da Euricse, è indirizzata a imprenditori e dirigenti di imprese cooperative e sociali, policy maker e funzionari di enti pubblici locali che vogliono ampliare e approfondire le competenze professionali e manageriali sui temi più importanti e strategici per la specializzazione nella gestione di un’impresa cooperativa.

Gli obiettivi
Il corso ha l’obiettivo di aggiornare le conoscenze tanto dei policy makers e dei funzionari pubblici, quanto degli imprenditori e dei manager del settore cooperativo e dell’imprenditoria sociale, affinché recepiscano e implementino le nuove normative europee, affiancando ad esse casi-studio di politiche locali in cui la co-progettazione ha generato concreti risultati in termini di inclusione e sviluppo.

Il programma
Il corso si terrà nelle giornate del 19 e 20 novembre e 17 e 18 dicembre, a Milano. Questa edizione del corso si svolgerà a Milano ed è stata organizzata con la collaborazione del Consorzio SIS e della Scuola di Impresa Sociale.
I docenti che si alterneranno durante le quattro giornate formative sono tra i maggiori esperti a livello nazionale nel settore.

  • Il primo modulo è interamente dedicato all’introduzione del contesto normativo europeo, nazionale e locale in tema di contratti, appalti, concorrenza e aiuti di Stato.
  • Il secondo modulo, invece, si concentra sugli strumenti e le metodologie ideate a livello locale e nazionale per innovare i rapporti di co-progettazione tra pubblico e privato sociale.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 16 novembre 2015.
Per tutte le informazioni riguardo al programma e alle modalità di iscrizione è possibile scaricare la brochure del corso, oppure visitare il sito internet www.executive.coop.

CHIUSURA ISCRIZIONI

Lunedì 16 novembre | Massimo n.25 posti disponibili

 

È inoltre possibile contattare direttamente:

Paolo Fontana
Area formazione Euricse
Tel. 0461 282289
formazione@euricse.eu

Il percorso è inserito nel catalogo dell’offerta formativa di Regione Lombardia (operatore accreditato: Sistema Imprese Sociali). I lavoratori occupati con contratto di lavoro dipendente o autonomo che intendano frequentare il percorso fuori dall’orario di lavoro, possono accedere anche alle risorse di Dote Unica Lavoro (ove disponibili al momento dell’iscrizione al percorso). Per informazioni: corsi@consorziosis.org

Voucher Foncoop

Euricse è soggetto accreditato presso Foncoop. Per ottenere voucher o per richiedere l’utilizzo del proprio conto formativo è possibile chiedere informazioni a www.foncoop.coop

 

 

 

Corso di perfezionamento in Economia Civile e non Profit 2015-2016: cultura e governance dell'Impresa Sociale

cultura e governance dell'Impresa Sociale

Si rivolge a giovani laureati che vogliono formarsi per operare nel Terzo Settore e a lavoratori che vogliano approfondire le loro competenze rispetto alla gestione delle organizzazioni non profit, in particolare cooperative sociali, ONG, associazioni.

Il corso di perfezionamento mira ad offrire competenze specifiche rispetto ai temi dell’economia civile e agli aspetti gestionali relativi alle Organizzazioni Non Profit. I candidati si riconoscono in una scienza economica che incorpora valori etici e sociali.

Fra i docenti oltre a Pierluigi Porta, Stefano Zamagni e Luigino Bruni anche Elena Granata, Giampietro Parolin, Alberto Frassineti, Claudio Bossi, Alessandra Smerilli ed altri.

Il corso di perfezionamento si svolge in collaborazione con il Gruppo Cooperativo - Gino Mattarelli (CGM) - www.cgm.coop Nasce con il corso la collaborazione con la Scuola di Economia Civile (SEC), nata nel 2013 per promuovere i principi e i fondamenti del paradigma economico e relazionale dell’economia civile tra le classi dirigenti di organizzazioni, imprese e pubbliche amministrazioni.

Economia Civile: Storia del pensiero economico e sviluppo dell’Economia Civile in Italia; Innovazione ed impresa sociale; Il dono e la gratuità in economia; Profit vs Non Profit: contrasti e collaborazioni.

Progettare e gestire il sociale - area amministrativa-gestionale: Strumenti di gestione e di finanza dell’Impresa Sociale; Il Business Plan come strumento di sviluppo; La rendicontazione sociale. La misurazione delle performance. Comunicazione agli stakeholder.

Progettare e gestire il sociale - area giuridico-amministrativa: Normativa: diritto costituzionale, diritto commerciale e diritto del lavoro nel terzo settore; Scopo lucrativo e scopo mutualistico: legislazione delle cooperative sociali.

Progettare e gestire il sociale - area progettuale: Progettazione sociale: analisi delle fonti di finanziamento, scrittura del progetto, definizione del budget, strumenti di valutazione; Metodologia e tecniche di Fundraising.

ISCRIZIONE

Le iscrizioni - entro IL 22 DI OTTOBRE - si effettuano online, presentando domanda di ammissione telematica:

INFO: economiacivile@unimib.it

Pagine

Abbonamento a Scuola di Impresa Sociale RSS
Go to top