• Direzione&GestioneSi tratta di corsi rivolti al management delle imprese sociali di comunità sia a livello operativo che di quadri intermedi, con lo scopo di potenziare le specifiche competenze gestionali ed operative.Leggi tutto

  • Sviluppo&InnovazioneSono proposte formative orientate a sviluppare le competenze strategiche e tecnico operative necessarie per la promozione dello sviluppo delle imprese sociali di comunità, sia per quanto riguarda gli aspetti d’impresa...Leggi tutto

  • SicurezzaFra gli obblighi e le indicazioni fornite dal Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro, di primaria importanza sono quelle che riguardano la formazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Leggi Tutto

  • ServiziSi tratta di servizi integrativi alla proposta formativa vera e propria, ed hanno lo scopo di esplorare la domanda ed il bisogno formativo espressa da una organizzazione e di promuovere la progettazione specifica attorno ad eventuali peculiari domande.Leggi tutto

La sussidiarietà circolare: Un modello sostenibile d’Innovazione Sociale ed il ruolo degli imprenditori sociali

Nell'ambito del corso di perfezionamento in Economia Civile e non profit: cultura e governance dell'impresa sociale,  il giorno 6 giugno si svolgerà un seminario con il prof Stefano Zamagni per confrontarsi sul tema dell' Economia Civile in un contesto sociale ed economico in cambiamento, in cui le realtà del terzo settore hanno la possibilità e opportunità di definire maggiormente il proprio ruolo.

Università di Milano-Bicocca
Sabato 6 giugno 2015, ore 9.30 – 12.30

Edificio U9 - Via dell’Innovazione, Milano

 

Qual è il ruolo assunto finora dal terzo settore nel sistema di gestione del welfare italiano, accanto al pubblico e al privato? Quali sono i margini di azione ancora disponibili nei quali le imprese Non Profit possono giocare un ruolo chiave per soddisfare la domanda crescente di servizi, garantendo una particolare attenzione alle persone ed ai costi?

Come sostenere progetti di innovazione sociale attraverso un modello triangolare di sussidiarietà circolare? Chi sono i tre soggetti protagonisti del cambiamento?

Un welfare all’altezza delle sue sfide postula l’intervento di tutta la società per “attenuare le sofferenze” dei cittadini e non solo di una sua parte come può essere lo Stato o il mondo delle imprese.

Se ne parla sabato 6 giugno nel seminario aperto a tutti LA SUSSIDIARIETA’ CIRCOLARE un modello sostenibile d’Innovazione Sociale ed il ruolo degli imprenditori sociali, tenuto da Stefano Zamagni, docente di economia politica dell’Università di Bologna, all’interno del corso di perfezionamento in Economia civile e non profit: cultura e governance dell'impresa sociale, promosso dal Dipartimento di Economia, Metodi Quantitativi e Strategie di Impresa, dell’Università di Milano-Bicocca

Relatore STEFANO ZAMAGNI (Università di Bologna)

Per ulteriori informazioni: economiacivile@unimib.it

Servizio Tutor Corso di Perfezionamento:

Cecilia Storti : tel. +39 3493233812

Alberto Maggioni: tel +39 3498421369

 

La reciprocità è un dare senza perdere e un prendere senza togliere”

(Stefano Zamagni)

 

Una Summer School di Economia Civile per riflettere sui pilastri di una strada economica che metta al centro la persona

La SEC-Scuola di Economia Civile lancia la I Summer School di Economia civile che si terrà da mercoledì 22 a sabato 25 luglio 2015, presso l’Abbazia di Vallombrosa (FI).

In un’epoca di passaggio come quella che viviamo, è chiara la necessità di un profondo ripensamento di alcune categorie e prassi, soprattutto in ambito economico e manageriale.

Da qui l’esigenza di individuare nuove strade.

In questo senso il richiamo alla visione economica tipicamente italiana, quella espressa dal filone di pensiero economico conosciuto come Economia civile fondata su una idea relazionale dell’essere umano, sulle virtù civili e sulla felicità pubblica, si presenta come una alternativa all’imperialismo economico dominante.

La Summer School vuole essere un’occasione per riflettere sui pilastri di questa tradizione e sulle sue prassi, sperimentando un intreccio fra vita, pensiero, natura, in un clima di reciprocità tra alunni e docenti.

 

 

Vi aspettiamo!

Docenti:

  • Leonardo Becchetti
  • Sabrina Bonomi
  • Luigino Bruni
  • Michele Dorigatti
  • Alessandra Smerilli
  • Stefano Zamagni

 

Programma: Allegato

 

Per informazioni e prenotazioni:

tel. 055/8330.400

fax 055/8330.444

tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00

segreteria@scuoladieconomiacivile.it

L'Italia dell'economia civile: Un confronto sul significato dell’imprenditorialità civile nell’Italia di oggi

Tra i prossimi eventi promossi dalla SEC-Scuola di Economia Civile, il 12-13 giugno è previsto a Loppiano e presso il Polo Lionello Bonfanti un momento di confronto tra studiosi impegnati nella riscoperta e nell’attualizzazione del pensiero economico civile sul tema dell’impresa e del suo ruolo civilizzante per la società italiana.

Il titolo dell’incontro ben sintetizza questo intento: L’ITALIA DELL’ECONOMIA CIVILE. Riconoscere i valori dell’impresa. Nuove logiche, indicatori e strumenti di misurazione.

L’Italia, infatti, può essere considerata l’alveo culturale ed esperenziale in cui tali forme economiche trovano la loro origine e non può smettere di interrogarsi e lavorare perché sempre più cresca negli attori economici la consapevolezza della ricchezza che rappresenta per i valori, le logiche e i prodotti che genera.

In questo senso, durante l’incontro, ci si interrogherà su:

Cosa è un’impresa civile e quali sono i suoi requisiti?

Come e perché un’impresa può essere agente di sviluppo e progresso civile?

Quale ruolo possono avere la fiducia e i beni relazionali nell’attività d’impresa per la costruzione del bene comune?

Come si misura il valore civile dell’impresa?

Queste le domande che coinvolgeranno in un profondo dialogo, aperto a quanti saranno interessati, studiosi quali: Helen Alford, Leonardo Becchetti, Nicolò Bellanca, Aldo Bonomi, Luigino Bruni, Enrico Giovannini, Elena Granata, Alessandro Messina, Luca Rafaele, Pierluigi Sacco, Cesare Vitali, Stefano Zamagni.

 

Per informazioni e prenotazioni:

tel. 055/8330.400 tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00

segreteria@scuoladieconomiacivile.it

I NUOVI CORSI DELLA SCUOLA DI IMPRESA SOCIALE!

AL VIA LA PROGETTAZIONE DEI CORSI 2015/2016

Con la pubblicazione da parte di Foncoop, il fondo inter-professionale delle cooperative, dei bandi relativi al finanziamento di iniziative formative che si realizzeranno nel corso del 2015/2016, la Scuola di Impresa Sociale di Milano, propone una serie di corsi aperti alla partecipazione di personale di cooperative interessati ad approfondire le tematiche più innovative del management cooperativo.
Trovate qui allegate le slide di descrizione delle proposte formative disponibili alla vostra cooperativa.
In allegato trovate il file con la descrizione delle proposte formative interaziendali, alle quali vi potete iscrivere liberamente... compilando il modulo che ci potete chiedere, anche per segnalare esigenze peculiari della vostra impresa cooperativa.
Se siete interessati, chiedeteci il modulo per l'adesione ENTRO LA FINE DI APRILE 2015.
La partecipazione ai percorsi è gratuita!
per info scrivere a corsi@consorziosis.org o telefonare al numero 02 89530085

HACKABILITY PREWIEV

Tavolo ausili vita quotidianaIl 7 febbraio scorso presso il Fablab Torino ha preso avvio la prima parte di Hackability. Hackability e' il primo hackaton in Italia dove designer, persone con disabilita', maker, co-progettano e realizzano insieme attraverso l’uso di hardware, software open source, stampanti 3D, macchine taglio laser, soluzioni, oggetti a basso costo e personalizzabili, per supportare le persone con disabilità nella vita quotidiana.
 
L'obiettivo e' offrire una occasione di “empowerment” a tutti partecipanti, diffondere la pratica dell’autocostruzione o della costruzione artigiana in campo digitale e rendere accessibili oggetti e tecnologie oggi costose.
La prima parte della mattinata del 7 febbraio scorso e' stata dedicata a brevissimi interventi per permettere ad alcune persone con disabilita’ di presentare idee/bisogni/progetti, e a maker, designer, “inventori” di presentare i propri progetti/competenze. Nella seconda parte della mattinata, Hackability si e' organizzata attorno a piccoli gruppi di lavoro. Alla prima giornata hanno preso parte 31 persone, sono stati presentati 10 bisogni/progetti, e avviati 5 tavoli di coprogettazione, un prototipo e' già stato abbozzato.
 
Prima che il percorso di hackability si concluda al fablab di Torino il 21 marzo prossimo con la presentazione dei prototipi, sara' possibile osservare il lavoro inprogress nell'ambito di HACKABILITY PREWIEV che si terra' il  7 marzo p.v tra le 12,30 e le 13,00, a Milano dentro la 3dprint Hub, http://3dprinthub.it, la più grande fiera di stampanti 3D italiana.
 
Dopo il 21 marzo i  progetti saranno messi a disposizione di tutti in Creative Common (CC-by sa) sul sito Hackability.it  
Hackability vuole gettare un seme: un nuovo approccio alla costruzione e progettazione di ciò che ci circonda, che mette al centro quanto ogniuno di noi sia diverso dall’altro quello che spesso è chiamato“Design for Each” o “Design for Everybody”.
 
Hackability è un progetto realizzato da Consorzio Kairos e Consorzio Mestieri in collaborazione con Fablab Torino con il sostegno del consorzio CGM e il contributo di FONDAZIONE CRT.

Pagine

Abbonamento a Scuola di Impresa Sociale RSS
Go to top